martedì 31 ottobre 2017

RECENSIONE #15: UN GIORNO QUALUNQUE - ALESSANDRO DAINOTTI


Hi readers,
Sono molto contenta di portarvi la recensione di Un giorno qualunque di Alessandro Dainotti edito da Astro Edizioni, spero che la trama rapisca voi, come ha rapito me.

Trama:

Adriano è uno dei tanti italiani emigrati a Londra. È un giorno qualunque della sua vita eppure, quando vede un bambino e una donna seduti in un bar, riaffiorano potenti i ricordi. L'infanzia dentro la libreria Pizzuto, le discriminazioni a scuola, l'insoddisfazione del lavoro, l'addio alla Sicilia per trasferirsi a Roma, l'amore per Tiziano. La vita attuale e le vite del passato si alternano tra riflessioni e ricordi felici, fino a quando Adriano incontra Giacomo, che gli offre il suo aiuto. Per il ragazzo comincia una vita fatta di menzogne, poi Tiziano scopre il tradimento e decide di lasciarlo. È allora che Adriano parte per il Regno Unito. Passato e presente collimano, a fine giornata, in un ultimo e fatale incontro. Solo in quel momento Adriano sarà costretto a fare i conti con il passato e accettare la realtà.

Piccola premessa:

Un libro che parla di una storia d'amore omosessuale dovrebbe essere un libro come tanti altri e come tante altre storie d'amore, ma purtroppo così non è, nonostante i numeri passi in avanti fatti dalla nostra società, questo è un gravissimo tassello che ancora manca!

Recensione:

Ci troviamo a Londra, città meravigliosa che ho avuto la fortuna di visitare, e spero di tornarci presto!
La storia ci viene raccontata in prima persona da Adriano, un ragazzo italiano che si è trasferito e che ha trovato lavoro come cameriere.


Il racconto si svolge su due archi temporali differenti, il passato dall'infanzia di Adriano, al suo presente a Londra. In questi due periodi conoscerete due storie d'amore di Adriano, ma assolutamente non paragonabili. Il suo primo amore sarà travolgente e molto desiderato, mentre la sua attuale storia d'amore non riesce a far sentire il nostro protagonista innamorato come dovrebbe e come vorrebbe essere.

Adriano è un ragazzo molto sveglio, ma un po' timido, e riflette molto sulle conseguenze delle sue azioni, anche se poi è il suo cuore a decidere.

Nella narrazione troviamo spesso i pensieri che Adriano rivolge a sè stesso, quasi a volersi spingere ad agire. Questo aspetto mi è piaciuto molto perchè credo che nelle situazioni che ci provocano ansia ognuno di noi parli a sè stesso, per spronarsi o tranquillizzarsi.

Le ultime 50 pagine sono state meravigliose, Dainotti ha dato tutto quello che aveva dentro e si è percepito, ogni parola mi è entrata nel cuore e mi ha lasciata senza fiato, sia per l'originalità del finale che per il cambio di rotta acquistato dal romanzo, come se il reale scopo dell'autore fosse quello e avesse aspettato per dircelo, non appena è arrivato il momento ci ha stupiti con effetti speciali, come si suol dire.

Imparerete molte cose da questo libro, e non meno importante, è che anche un giorno qualunque può rivelarsi il migliore o il peggiore, sotto molti punti di vista.


Voto: 9/10
Consigliato:

Titolo: Un giorno qualunque
Autore: Alessandro Dainotti
Editore: Astro Edizioni
Prezzo: 13,90€ (E-book 2,99€)
Pagine: 174


Se questa mia recensione vi è piaciuta, che ne dite di cliccare sul tasto SEGUI qui a destra? Mi farebbe davvero tanto piacere.